Chi sono

Daniela Vecchi

Chi sono

Arteterapeuta e Creativa ma prima di tutto una persona in cammino per approfondire la Conoscenza e ampliare la Consapevolezza. Appassionata a tutto ciò che produce Benessere per migliorare la mia Vita e quella di chi mi avvicina!

Creatività quotidiana

Ho iniziato con una laurea in Architettura e sono approdata all’Arteterapia.

Nel mio percorso ho intrecciato filoni diversi e complementari come le Costellazioni Familiari, la Mindfulness, lo Yoga della Risata ognuno dei quali porta un contributo prezioso nel mio metodo di lavoro e di relazione con le persone. Di recente mi sono avvicinata a nuove conoscenze ed insegnamenti: ho ricevuto l’iniziazione alla lettura dei Registri Akashici e la Maestria dei Codici di Luce, una tecnica di Guarigione quantistica per “risvegliare” ed espandere la Coscienza. Questi insegnamenti stanno portando nuova linfa e la spinta ad orientare le mie proposte anche su piani nuovi del Benessere.

Il mio viaggio interiore è tuttora in corso. La mappa rivela sempre nuove ed interessanti tappe. Mi soffermo ogni volta che intravedo un’idea nuova per crescere e migliorare il mio Essere a beneficio di chi incontro quotidianamente. La mia esperienza personale e il mio lavoro non sono cose diverse, si integrano e completano a vicenda perché il fine ultimo è essere al Servizio della Vita!

E la Creatività è per me un modo straordinario di vivere il quotidiano, uno strumento per integrare, senza sforzo, maggiori e naturali risorse.

arteterapeuta-parma-arteterapia

Risveglio di talenti

L'arteterapia

Mi sono avvicinata all’Arteterapia in un momento di grande cambiamento, dopo una fase lavorativa ricca di esperienze interessanti, ma lontana dal mio sentire più autentico.

Ho sentito il bisogno di ritrovare un ideale, ciò per cui vale la pena vivere: risvegliare in me il talento creativo, ma soprattutto dare un significato diverso, più grande al mio agire.

Per poterlo realizzare dovevo cercare dentro me stessa. E così, come spesso succede, apparentemente in modo casuale, ho trovato un percorso in cui l’arte si connotava come strumento di ricerca interiore, di crescita, veicolo perfetto per dare voce all’inesprimibile che è in me. Un tramite per entrare in relazione con me stessa e con gli altri in una forma di cura per guarire non tanto il corpo quanto gli aspetti più sottili, intimi, nascosti dell’animo. Una via per prendermi cura di me attingendo alle mie risorse creative.

La mia formazione

Diventando arteterapeuta

Senza nessun rimpianto mi sono buttata con entusiasmo nella nuova avventura iscrivendomi al corso di formazione triennale in Artiterapie presso l’Istituto Meme di Modena associato a l’Université Européenne Jean Monnet di Bruxelles, che ha un approccio di tipo sistemico-relazionale.

Gli anni di formazione sono stati un’ottima palestra per rimettermi in gioco totalmente, per rivedere e riconoscere molti degli schemi che limitavano l’espressione più autentica di me, per far venire alla luce il mio desiderio di essere al servizio del bene comune e diventare portatrice di Benessere  per chiunque desiderasse risvegliare la propria Creatività, un’alleata straordinaria per entrare in intimità con se stessi e potenziare la propria vita.

Creatività, dialogo interiore e gioia

La mia pittura

La Creatività è diventata nel tempo uno stile di vita che ispira il mio quotidiano.

Fra le mie attività creative c’è un piccolo spazio per la pittura a cui mi dedico quando arriva un’ispirazione intensa. Ecco che allora una tela e i colori acrilici diventano uno strumento efficace per dialogare con la voce del cuore. I pensieri si trasformano in forme e le emozioni in colori e nasce una narrazione che mi permette di comprendere meglio i miei vissuti del momento e di manifestarli.

La pittura per me è anche e soprattutto divertimento! È gioco, è gioia ed è un modo per comunicare con il mondo attraverso le immagini. I quadri diventano portavoce di un messaggio e la mia produzione ha come obiettivo di entrare in contatto con le persone, di comunicare con semplicità che quei colori sono i colori di tutti, che l’essere creativo è uno stato che appartiene a tutti e che se si accantonano i giudizi e i preconcetti ogni persona può concedersi il privilegio di essere artista della propria vita, declinando la propria creatività nella via e nel modo che risulta più facile.

Non tutti possono fare Grande Arte ma per tutti è possibile essere creativi e trovare una realizzazione personale nell’attività artistica. E non è raro che si scopra un talento inaspettato!